Castello Planta-Wildenberg

A partire dalla fine del novembre 2007 tutta l’amministrazione del Parco Nazionale Svizzero si trova nei locali del castello Planta-Wildenberg di Zernez.

Storia

1280: La costruzione risale probabilmente alla corte Wildenberg dei signori dello stesso nome che possedevano la loro fortezza residenziale a Falera, nella Valle del Reno anteriore.

• Poco dopo il 1298 il vescovo di Coira comprò la proprietà.

• Nel 1302 essa passò a Conrad Planta a Zuoz e con ciò – probabilmente prima come feudo dato in pegno, più tardi come proprietà – in quel ramo della famiglia che si chiamò a partire dal XVI secolo “Planta-Wildenberg”.

• Al tempo dei Torbidi grigionesi nel 1618 una grande parte castello fu distrutta. Dopo il ritorno del cavaliere Rudolf von Planta sotto la protezione della potenza occupante austriaca, gli abitanti della Bassa Engadina furono costretti nel 1622 alla ricostruzione.

• La costruzione odierna è fortemente caratterizzata dalle ricostruzioni e dagli ampliamenti avvenuti nella metà e seconda metà del XVIII secolo; Johann Heinrich von Planta (1707−1779) e l’aristocratico retico Peter von Planta (1734−1805) furono i committenti di costruzione. Dopo il 1850 Peter Conradin von Planta vendette la costruzione alla famiglia Bezzola.

• Il grande incendio del 1872 risparmiò oltre agli edifici religiosi anche il castello. Questo edificio marca il passaggio dalla parte del paese vecchio Runatsch all’area della ricostruzione.

• Nel 1956 il castello fu acquistato dal comune di Zernez, che ci stabilì la sua amministrazione.

• Dal 1956 al 1957 avvenne una ricostruzione

• Dal 1990 al 1994 si eseguì una restaurazione della facciata e dei locali.

(in: Schweizerische Kunstführer, Luzi Dosch, Zernez).

Il castello è aperto alle visite ogni lunedì pomeriggio nell’ambito delle escursioni guidate nel paese.